Home / Attractions / Nerudova Street

Nerudova Street

Three Little Fiddlers, House SignAnother street not to be missed in Prague is Nerudova Street.  Named after the 19th century Czech writer, Jan Neruda, this street is also part of the Royal Way that kings would follow on the way to their coronation and many of the houses which currently line it go all the way back to medieval times.  The street is also known for its house symbols which were used until they were replaced by numbers.  The symbols, however, had a lot to say about the status and occupation of the house’s owner.  For example, there is one house called the Three Little Fiddles which was fitting because it belonged to a family of violin makers around the year 1700.  Other examples include the House of the Golden Chalice which was owned by a goldsmith.  About midway up the street there is a green house juts out of the row.  Legend has it that a headless horseman storms through the building every Friday waiting for his soul to be released, but no one knows how to help him.  Today, a lot of those quaint houses have been turned into hotels, restaurants and small shops.

 

Insegne sulle case di via Nerudova

I tre violini

Si dice che un trio di demoni gratti sui violini qui nelle notti rischiarate dalla luna. La casa apparteneva a una famiglia di costruttori di violini all’inizio del XVIII secolo e l’insegna indicava la loro professione. Come molti altri edifici su questa strada, ora ospita un ristorante. Indirizzo: Nerudova 12.

Il diavolo

Lucifero compare all’improvviso come tenero personaggio sulle case della città e, secondo le leggende locali, è più un imbroglione alla buona che un sinistro principe delle tenebre. Qui vi tenterà ad assaggiare una cena in un ristorante non proprio infernale. Indirizzo: Nerudova 4

Il cigno bianco

Sulle case di Praga non c’erano i numeri civici fino al 1770. Fu l’imperatrice Maria Teresa colei che introdusse quest’elemento d’ordine distintivo degli Asburgo, in uso a Vienna, sulle rive della Vltava. Prima di lei, le case erano individuate grazie a un sistema di simboli allegorici tanto affascinante quanto disordinato. Anche se ancora è possibile trovare gli indirizzi con emblema nelle zone più antiche della città, via Nerudova a Malá Strana ospita il maggior numero di case con insegne della città. In origine molte avevano significati alchemici, ma in molti casi il loro significato è andato perso oggi. Il cigno bianco è uno di questi, probabilmente era in origine un’oca d’oro. Indirizzo: Nerudova 49

I due soli

In questa casa nacque l’amatissimo scrittore ceco Jan Neruda, a cui è dedicata la strada. In passato questa era la zona degli artisti e degli scrittori di Praga e Neruda trasmette egregiamente l’atmosfera bohèmienne di Malá Strana con le sue opere. Quel legame esiste ancora oggi grazie alle tante piccole gallerie d’arte e i negozi d’artigianato che si trovano nel quartiere. Indirizzo: Nerudova 47

La chiave d’oro

Gli orefici del castello, come coloro che lavoravano in questa casa nel XVII secolo, pagavano le tasse alla città, a differenza di chi viveva nel Vicolo d’Oro del castello. Per questo motivo, avevano diritto a pubblicizzare le loro merci, come ricorda l’insegna di questo edificio. Indirizzo: Nerudova 27

L’aragosta verde

Probabilmente nessuno sa a cosa stessero pensando coloro che appesero questo crostaceo sulla porta. Indirizzo: Nerudova 43

I tre gigli

Anche se l’immagine non adorna più la facciata, i tre fiori restano davanti alla casa. Il nome della casa è anche il titolo di un frenetico racconto di passione e tempesta di Jan Neruda. Molti racconti dell’autore erano ambientati in case come questa. Indirizzo: Nerudova 15

Nerudova street house signs

[mappress mapid=”18″]
PAT

Check Also

Petřín Hill

Only a stone throw away from the Prague Castle is Petřín Hill; perfect for a summer walk away from the bustle of tourists. Part of the land is set aside for an apple and a pear orchard from which the fruit can be freely picked from the trees. Much of the stone sed in building the major sights in Prague was quarried out of Petrin, however today this is not noticeable beneath the trees and gardens.