Attrazioni

Convento di S. Agnese

Convento di S. AgneseQuando ci si trova nel quartiere ebraico di Praga (dovreste essere a questo punto della vostra visita), non mancate di andare a vedere il Convento di S. Agnese (Anežský klášter). Fu fondato da Agnes, figlia di Otakar I, nel 1230, ma la costruzione andò avanti per 50 anni prima del completamento dell’opera. Anche se cadde in rovina nel XIX secolo, oggi è stato parzialmente restaurato e due delle chiese vengono spesso utilizzate per concerti e altri eventi. Qui si trova anche una grande collezione di arte medievale, la maggior parte della quale appartiene alla famosa Galleria Nazionale.

L’intero complesso era estremamente affollato e molto importante fino a quando le guerre hussite del 1400 ovviamente interruppero l’uso del convento. Il complesso venne poi utilizzato da un certo numero di diversi ordini religiosi fino al 1782, quando Giuseppe II lo secolarizzò. Successivamente, le due chiese caddero in rovina dopo anni di abbandono, durante i quali erano state utilizzate come magazzini. Ai giorni nostri questo non è più il caso; le chiese sono state ottimamente restaurati, e anche il chiostro è in fase di ricostruzione. Inoltre qui sono stati poste le tombe di Václav e di altri governanti Premyslidi . Nel 1986, la Chiesa di San Francesco è stata riprogettata in modo che possa essere un luogo per concerti e altri spettacoli, mentre la maggior parte del resto del complesso ora forma una grande galleria d’arte.

Una volta la raccolta medievale di arte di proprietà della National Gallery si trovava nel Convento di San Giorgio, che si trova all’interno del Castello di Praga. Dopo una riorganizzazione, però, questa collezione è stata spostata al Convento di S. Agnese, dove a tuttora rimane. Ci sono veramente pochi altri musei in Europa centrale che possono vantare una così grande e importante collezione di arte medievale, come quella che si trova a S.Agnese. Essa contiene cose come dipinti su tavola, numerose Madonne, pale d’altare e numerosi altri dipinti. Molti degli artisti che hanno realizzato questi lavori sono sconosciuti, così vengono semplicemente indicati come i Maestri della città in cui lavorarono.

Collezioni

La prima sala che si incontra nel museo contiene una serie di Madonne scolpite, che ovviamente sono influenzati dall’arte francese e risalgono al XII e XIII secolo. Vi sono anche una serie di altre opere d’arte correlate al soggetto della Madonna, come un dipinto del Maestro di Brod Vyšší e anche un dipinto dalla Chiesa di Vyšehrad, che risale al 1350. Molto interessante, inoltre, è la presenza di un’erma, un oggetto che contiene incassato il cranio di un defunto. In questo caso, venne utilizzato per Santa Ludmilla, la nonna di San Venceslao.

La seconda sala presenta nove dipinti, tutti dello stesso artista e tutti raffiguranti la vita di Cristo. Si ritiene che furono realizzati attorno al 1350, anche se la loro datazione è discutibile – non sono i pezzi di migliore qualità del museo. Questo potrebbe essere perché l’artista ha utilizzato i suoi assistenti per completare molti di loro, invece di portarli a termine personalmente. Vedrete diverse scene dalla vita di Cristo, come Cristo sul Monte degli Ulivi e la Natività.

Passando alla terza sala, vi accorgerete che tutta l’arte qui presentata è di un solo artista: Master Teodorico. Le sue opere più famose sono i 128 dipinti che realizzò per la cappella della Santa Croce a Karlštejn Castle (Hrad Karlštejn), nel 1350 e 1360. A molte persone non piace lo stile con cui dipinge, conosciuto come “stile morbido”, ma sarete in grado di farvi la vostra opinione proprio osservando i sei dipinti di cui sopra in questa sala.

La stanza successiva nel museo ospita una collezione di opere d’arte differenti, ma la più eclatante è senza dubbio la Crocifissione, un lavoro incredibilmente crudo che visualizza gli eventi in uno stile realistico; un tempo l’opera era di proprietà del Monastero di Emmaus (Klášter na Slovanech). In questa sala si possono anche vedere alcuni meravigliose vetrate realizzate da Kolin, così come alcune sculture di Madonna col Bambino e un Pietà intagliata di Lásenice.

Quando ci si sposta nella sala accanto, si raggiunge uno dei punti più alti della collezione di arte presente nel museo – i pannelli creati dal Maestro di Třeboň, che sono gli ultimi resti di un trittico creato circa nel 1380. Questi pannelli possiedono una particolare emozione e precisione radicata in essi e sono un ottimo esempio di un vero maestro al lavoro. Uno dei pezzi più ammirati è il dipinto chiamato “Madonna del Roudnice”, in più si può vedere un notevole Crocifissione realizzata dallo stesso artista.

La sala successiva contiene numerose Madonne, così come la serie di ritratti su pannello conosciuti come il “Ciclo dei Cappuccini”. Vi è anche un ostensorio risalente al 1400 circa e proveniente da Sedlec, vicino a Kutna Hora. La sala dopo di questa contiene, tra le altre cose,  la “Pala Roudnice” dei primi XV secolo e un’interpretazione gotica della “Madonna di Český Krumlov”. Dopo aver visitato questa stanza, tornate indietro passando davanti al “Ciclo dei Cappuccini”, e raggiungete così la sala principale.

La sala principale presenta in esposizione un gran numero di pezzi d’arte diversi, tra cui sei pannelli del Maestro di Rajhrad e l’abbastanza triste trittico chiamato la “Pala Reininghaus”. C’è anche un Assunzione da Deštná, così come la “Pala di san Giorgio”.  Qui si potrà anche vedere il lavoro del Maestro di Litoměřice – tra cui il suo trittico della Santissima Trinità – così come l’opera proveniente dall’Austria e intitolata “Vergine Maria con le Ghirlande”. Alla fine si trova la “Pala Velhartice”, posta sui due lati di una statua della Madonna col Bambino.

Le sale successive del museo mettono in mostra numerosi altri tesori medievali, come ad esempio il busto di S. Adalberto e sculture in legno di un artista anonimo, conosciuto solo con le sue iniziali, IP. Nelle sale successive sono esposte, tra l’altro, le opere della bottega di Lucas Cranach il Vecchio, e con esse potreste terminare la vostra visita in questa interessante e importante galleria d’arte nel quartiere ebraico di Praga.

Articoli Correlati

Back to top button