Home / Attrazioni / Collina di Petřín

Collina di Petřín

A pochi passi dal Castello di Praga è situata la Collina di Petřín, perfetta destinazione per una passeggiata estiva a piedi lontano dal trambusto dei turisti. Parte del terreno è destinato a un frutteto di mele e pere, la cui frutta può essere liberamente colta dagli alberi. Gran parte delle costruzioni principali di Praga sono state costruite con pietra ricavata da Petřín, anche se ai giorni nostri questo non è più visibile data la presenza di alberi e giardini. La torre di osservazione e un curatissimo giardino dominano la vetta, mentre a circa metà strada c’è il famoso ristorante Vinarna Nebozizek – dove si può gustare un pasto con una vista perfetta di Praga.

Non dimenticate il Labirinto degli specchi, dove potrete avere una prospettiva nuova e diversa di voi stessi. In origine si trattava di un padiglione del Club Turistico della Repubblica Ceca per l’Esposizione Universale del 1891, che in seguito fu trasferito sulla Collina di Petřín e trasformato in un labirinto di specchi. È una delle mete preferite per i bambini.

Collina di Petřín

La collina è alta 318 metri o 1043 piedi. Per le persone poco sportive, una funicolare vi farà risparmiare la fatica della scalata al costo di un normale biglietto del tram. La Collina di Petřín è facilmente raggiungibile sia da Hradcany che da Strahov.

 

Funicolare per la Collina di Petrin

Si trova proprio di fronte alla fermata del tram di Ujezd (tram 12, 22, 23) a Malà Strana. Le corse giornaliere si tengono dalle 9:00 alle 23:30 (23:20 da Novembre a Marzo) con intervalli di 10-15 minuti.
L’affascinante Funicolare Vittoriana è una delle attrazioni più popolari di Praga. La stazione originale di Ujezd, e l’originale Lanova Draha, sono state costruite nel 1891 per l’Esposizione Universale, come anche la Torre d’Avvistamento di Petřín. Da allora è stata ricostruita diverse volte, e il suo ultimo restauro, eseguito prima della fine del Comunismo, è uno dei più riusciti. Il restauro si era reso necessario per sistemare l’intero sistema che stava letteralmente cadendo a pezzi.

 

Parchi Petřín

Nel Medioevo sulla collina c’erano vigne e campi. Ci sono sempre state numerose sorgenti alle pendici di Petřín, e l’acqua veniva trasportata tramite una serie di tunnel verso Pohořelec e Malà Strana. Attualmente l’acqua è convogliata verso il fiume Moldava. Nel 1930, il parco è stato modificato, prendendo la forma odierna dei Giardini Lobkowicz, Nebozízek, Parco delle Rose, Parco della Torre di Vedetta di Petřín e Giardino del Seminario. Tutti i giardini, ad eccezione del Giardino Lobkowicz, sono aperti gratuitamente al pubblico.

 

Torre di Vedetta Petřín

Una torre di ferro alta 60 m, costruita nel 1891 da F. Prášil per la Mostra del Giubileo, è una copia della Torre Eiffel a Parigi. 299 gradini portano alla cima della torre.

 

Il Labirinto degli Specchi

Un divertimento per tutti situato sulla Collina di Petřín, fu costruito nel 1891 per l’Esibizione del Giubileo, e poi trasferito sulla collina. All’interno vi è un’esposizione commemorativa della battaglia degli studenti contro gli svedesi sul Ponte Carlo nel 1648, poi il labirinto degli specchi.

 

Ristorante Nebozízek

Il cibo non è il massimo, ma la vista dalle sue terrazze è spettacolare. Il ristorante è spesso pieno, è sempre meglio prenotare. Petřínské sady, Malá Strana (vi si può arrivare con la Funicolare, seconda fermata).

 

Giardino Vrtba

Il Giardino Vrtba è situato sul pendio della Collina di Petrin, ed è uno dei più preziosi e magnifici giardini barocchi di Praga.

 

[mappress mapid=”32″]
PAT

Check Also

Ponte Carlo

Il Ponte Carlo (Karlův most), risalente al XIII secolo e fiancheggiato per mezzo chilometro da statue barocche rientra tra le attrazioni turistiche più popolari della città. Passeggiare lungo questo ponte intrigante con vedute stupende sul Castello di Praga e il fiume Vltava è l’attività che tutti preferiscono. Purtroppo il ponte è vittima della sua stessa popolarità: la maggior parte del tempo è affollato di turisti e cechi, soprattutto nei mesi primaverili ed estivi.