Praga: il luogo con centinaia di bordelli

Il consigliere comunale per le normative, Lukáš Manhart, che sta preparando una bozza per la regolamentazione della prostituzione nella municipalità, stima che nella metropoli di Praga esistano un centinaio di bordelli e circa un migliaio di strutture private. Alla polizia risultano 53 sexy club, 4 bar per spogliarelli e 13 club gay.

Gran parte delle strutture con programmi erotici e servizi sessuali si trovano nel centro, vicino a Piazza Wenceslas, a via ve Smečkách oppure lungo la Via Reale, nonché a via Jilská oppure dentro a Uhelný trh (il mercato del carbone).

 

I saloni tantra offrono massaggi oltre al sesso

Nel centro della città si trovano società più grosse con dozzine di impiegati, solitamente frequentate da clienti stranieri. I club più piccoli, che invece sono frequentati più spesso dai cechi, sono situati nei quartieri di periferia. Soltanto a Praga 1-5 ci sono ben 48 strutture erotiche. Più di recente vanno di moda i saloni tantra che offrono speciali massaggi erotici e altri servizi a un costo extra.

Oltre ai club, ci sono centinaia di strutture private nella capitale. L’Associazione per il Piacere Senza Rischi, concentrata sulla prevenzione dei rischi per la salute, i servizi di consulenza e i servizi terapeutici per coloro che forniscono prestazioni sessuali, ha un archivio di circa 400 contatti riguardanti le strutture private, ma ne visita più o meno cinque.

 

Le strutture private possono trovarsi benissimo nell’appartamento dei vicini

“È più difficile avvicinarsi alle strutture private. Il primo contatto è telefonico; i numeri cambiano spesso e non è facile guadagnarsi la fiducia dei clienti a telefono. Nelle strutture private lavorano un minor numero di donne rispetto ai club, appena una o due. Ma ci sono anche strutture private simili ad appartamenti distribuiti in una casa, oppure si trovano su piani multipli e l’ambiente è più simile a quello di un club più piccolo. Infatti, per esempio, è probabile che vi si trovi un bar,” dice l’operatrice del settore, Jana Polaková. Queste imprese private non sono riconoscibili dall’esterno e si trovano in zone ordinarie, quindi sono difficili da scovare per la polizia e i lavoratori sociali.

A differenza degli altri anni, quest’anno il numero di donne che si prostituiscono a Praga è diminuito. “Si concentrano intorno a Piazza Carlo. Ogni notte si possono incontrare dieci o quindici donne lì,” dice Manhart. Attualmente non c’è legislazione ceca in grado di definire e modificare “la professione più vecchia del mondo”.

 

Quando piove, le prostitute si nascondono

Il numero di prostitute per le strade varia anche a seconda delle condizioni meteorologiche o del turismo. Le prostitute di strada si spostano in altre zone della città, soprattutto Piazza Carlo, dove si concedono, per esempio, intorno al Municipio della Città Nuova oppure alla Chiesa di Sant’Ignazio. È possibile incontrarle anche a via Odborů e a volte a via Myslíkova.

“Piazza Wenceslas non è più l’epicentro delle prostitute di strada, come accadeva vent’anni fa, anche se ancora oggi, qualche volta, si trovano lì. Si tratta soprattutto di prostitute e straniere non praghesi, soprattutto bulgare,” afferma Veronika Blažková, la portavoce di Praga 1. A Praga ci sono all’incirca cento donne che lavorano sulla strada. Per esempio, a Vienna, dove la prostituzione in strada non è proibita, si arriva a 600 donne. I postriboli pubblici sono in comunicazione anche con gli strilloni e la gente che pubblica annunci erotici. A piazza Wenceslas e nei dintorni ci sono circa 20 strilloni a notte. Si tratta soprattutto di stranieri  africani o che parlano russo. “Prima nel centro era peggio, ce n’erano cinque volte di più,” continua Blažková. Oggi, invece, le strutture erotiche si affidano di più alla pubblicità su internet, ai volantini oppure agli annunci tramite altri mezzi di comunicazione.

 

Chi ama le nere a Praga ha trovato un paradiso

L’80% circa delle donne che lavorano nei bordelli di Praga sono ceche. “Tra le straniere includiamo le slovacche e le donne dell’ex-Unione Sovietica. L’unicità di Praga sta nelle donne africane, provenienti soprattutto dalla Nigeria o dal Ghana. Sulla strada si trovano soprattutto donne bulgare,” ha detto Poláková.

La composizione sociale delle donne che operano nell’industria del sesso a Praga è diversa. La maggior parte delle donne ha un diploma di scuola superiore, ma ci sono anche laureate (circa il 5%) oppure donne con un’istruzione minima (circa un quarto). “Sulla strada non ci sono soltanto donne socialmente emarginate. Ovviamente ci sono donne drogate, ma questo avviene anche nei club o nei bordelli privati, soltanto con maggior discrezione,” ha aggiunto  Poláková.

L’età media delle prostitute a Praga è 29 anni. Ciò che solitamente le spinge a entrare nell’industria del sesso è il bisogno di sostenere economicamente la famiglia (madri single), ripagare i debiti oppure guadagnare una specifica somma. Per molte donne poi diventa difficile abbandonare questo campo e trovare un altro lavoro. “Anche se il lavoro nell’industria del sesso le stanca, a loro risulta difficile lasciare gli affari e ricominciare a lavorare in un altro settore,” continua Poláková.

 

Limousine StripperUn suggerimento

Prenotate online una limousine con uno spettacolo di strip-tease incluso durante il tragitto dall’aeroporto al vostro albergo a Praga. Una lussuosa limousine vi incontrerà all’aeroporto di Praga e all’interno troverete una delle nostre spogliarelliste che soddisferà i vostri desideri più reconditi, eseguendo una sua sensuale danza erotica.

 

PAT

Check Also

Kafka e Kundera – I Famosi Scrittori Cechi

Anche se Franz Kafka era nato e cresciuto a Praga, è solo nel 2004 - 80 anni dopo la sua morte - che la città ha pagato un tributo al suo successo dedicandogli una statua in via Dušní, nel distretto della Città Vecchia. Kafka parlava correntemente il Ceco, ma la sua lingua madre era il tedesco e in tedesco decise di scrivere le sue opere.