Visitare Tábor

Visitare TáborTábor fu la base del movimento hussita dopo l’esecuzione della suo leader religioso, Jan Hus, a Praga. La città fu fondata ufficialmente nel 1420, e gli hussiti la chiamarono così in onore del Monte Tabor, dalla Bibbia. Sacrificando le loro case, gli hussiti arrivarono qui per accogliere Cristo alla sua resurrezione. L’esercito che controllava Tábor, circa 15000 soldati in totale, credeva di essere stato incaricato da Dio di porre fine al potere cattolica in quel periodo.

Il leggendario combattente Jan Žižka era il leader dei Taboriti, come questa setta di Ussiti venne chiamata. Di volta in volta, Žižka riunì i suoi soldati per battere le forze cattoliche, finché non venne ucciso in battaglia nel 1424. La lotta degli hussiti durò per più di un decennio, ma la loro sconfitta a Lipany mise fine al movimento, e a quel punto venne stipulato un accordo con l’imperatore del Sacro Romano Impero Sigismondo di Lussemburgo. In seguito, la città venne guidata da George di Poděbrad (JIFF z Poděbrad) di Boemia. Tabor fiorì economicamente e accumulò la ricchezza necessaria per costruire gli edifici rinascimentali che ora abbelliscono il suo centro storico.

Praga to Tábor Transport. Alternativa al treno o all’autobus. Prenota un economico minibus privato porta-a-porta.

 

Scoprire Tábor

Molte delle attrazioni della città si trovano attorno o lungo Žižkovo náměstí. Sul lato ovest della piazza è situato il museo dedicato movimento hussita (telefono: 381 254 286, sito web: www.husitskemuzeum.cz). Il vecchio municipio con le sue volte tardo-gotiche, oggi raccoglie le testimonianze del movimento che ha dato a Tábor un posto nella storia, ponendola sulla mappa. Nella parte anteriore di questo edificio si trovano i tavoli in pietra che i sacerdoti hussiti utilizzavano per officiare la comunione quotidianamente. Uscendo dall’ingresso del museo, per una lunghezza di 650 metri sotto alla piazza, si trova una rete di gallerie risalenti al XV secolo. Dopo aver visitato il museo, unitevi ad una delle visite guidate che attraversano questo serpentino labirinto sotterraneo. Le gallerie hanno ospitato cose diverse come fusti di birra e donne incarcerate per crimini orrendi come discutere con gli uomini. Questi tunnel servivano anche come metodo per passare di nascosto sotto le linee nemiche se la città fosse mai stata in pericolo, permettendo all’esercito hussita di lanciare un attacco alle spalle. L’ingresso al museo è di 60 CZK per gli adulti, e 40 CZK per gli anziani oltre i 65 anni e i bambini. Orari di apertura: aprile-ottobre ogni giorno 09:00 alle 17:00, novembre-marzo Mercoledì-Sabato, dalle 09:00 alle 17:00.

Una volta usciti dalle gallerie, sarete sul lato opposto del piazza, che si affaccia sulla Chiesa della Trasfigurazione di Nostro Signore (telefono: 381 251 226), con le sue incredibili finestre a volta arricchite da vetrate e l’altare gotico in legno. Salite sulla torre per godere di uno dei migliori panorama della zona. Aperto ogni giorno dalle 10:00 alle 17:00 Maggio ad agosto, e il sabato e la domenica dalle 10:00 alle 17:00 in ottobre e settembre. Il prezzo d’ingresso è di 25 CZK.

Chi lo desidera può andare a rendere omaggio a Jan Žižka, la mente militare degli hussiti, presso la sua statua adiacente alla chiesa. Per una serie di incantevoli edifici di epoca rinascimentale, passeggiate lungo Pražská ulice, all’angolo sud-orientale della piazza. Da lì, potete scendere giù per Divadelní e andare lungo il fiume Lužnice verso il Castello Kotnov (telefono: 381 252788). Se le vostre gambe si rifiutassero di collaborare, si può fare un percorso più diretto per Kotnov scendendo su Klokotská ulice, che parte dalla piazza di fianco al Museo degli hussiti.

Un castello del XIV secolo che costituisce l’angolo sud-occidentale delle mura della città, il Castello Kotnov , è rinomato per la sua torre circolare, e offre un’altra eccellente vista sulla città. Nel castello si trova una ben mantenuta collezione di manufatti medioevali, come vecchi attrezzi agricoli, armature, armi, uniformi, insieme ad altri oggetti. Il prezzo d’ingresso è di 50 CZK, ed è aperto da aprile a settembre, ogni giorno, dalle 8:30-17:00.

 

Informazioni Turistiche

Adiacente al Museo degli Ussiti, l’Infocentrum mesta Tábor, Žižkovo nám Two, 390-01 Tábor (www. tabor.cz), è in grado di offrire tutte le informazioni di cui avete bisogno: video, cartoline e mappe, guide per ristoranti, alloggi e i migliori posti per comprare un gelato. Il personale del centro ha a disposizione tutti i numeri di telefono, opuscoli e consigli che possono servire ad un turista. Aperto da maggio a settembre, lun-ven dalle 8:30-19:00, sabato e domenica dalle 9:00-16:00, e da ottobre ad aprile, lun-ven dalle 9:00-16:00.

 

Orientamento

La Città Vecchia (Staré Město) si trova attorno a Žižkovo náměstí, il sito del Museo hussita e la chiesa del paese. Mura medievali abbracciano l’intero nucleo del centro storico. Kotnov Castle, ora tra i musei della città, si trova nella parte sud-ovest. Al di là del centro storico, Tábor non ha molto altro da offrire, a parte un gran numero di fabbriche e le sempre presenti torri-condominio (paneláky), che caratterizzano la periferia di quasi tutte le grandi città ceche e città.

 

Arrivare a Tábor

Se si è in macchina, lasciare Praga conl’autostrada D1 e lasciarla all’uscita E55, quando si vedono i segnali per Benesov – České Budějovice. L’E55 va direttamente a Tábor, e vi ci vorranno 60 minuti. Una volta che siete in Tábor, può essere difficile trovare posto per parcheggiare. Provate a prenotare una parcheggio a pagamento sul bordo della strada, una volta arrivati al centro.

Tábor è di circa 1 ora e mezza di treno espresso da Praga, o quasi un’ora da České Budějovice. La stazione ferroviaria applica il controllo dei bagagli; da qui si può raggiungere il centro città prendendo l’autobus numero 11, 14 o 31. Fuori Praga, le tariffe sono di 210 CZK per la 1° classe e 134 CZK per la 2ª classe.

Il viaggio in bus verso Tábor dura circa un’ora e mezza partendo da Praga e costa 88 CZK. Per raggiungere il centro, bisogna fare una passeggiata di circa 20 minuti. Puntate attraverso il parco, e poi girate a destra all’angolo più lontano ed entrate in città per třída nine, května. 

 

Check Also

Karlovy Vary

Karlovy Vary merita completamente il suo status di seconda località turistica più visitata della Repubblica Ceca. Questa famosa località termale si trova a 130km da Praga, nella parte occidentale della Boemia. Karlovy Vary ha guadagnato la sua reputazione grazie alla scoperta di sorgenti calde naturali, la cui storia risale al Medioevo. Se vogliamo essere più precisi, le acque furono scoperte da Carlo IV, mentre era a caccia di cervi nel XIV secolo. Nel 1522 il Dottor Payer di Loket definì le proprietà delle acque in un trattato medico e la loro fama iniziò a diffondersi. Entro la fine del XVI secolo si potevano contare più di 200 edifici termali, ma l’aspetto attuale della città è stato plasmato principalmente nel XIX secolo.