Home / Gite di un Giorno, Escursioni / Il castello di Nelahozeves

Il castello di Nelahozeves

Il castello di NelahozevesSulla sommità del promontorio che domina il fiume Vltava, guidando in direzione nord, a meno di un’ora di strada da Praga, sorge lo splendido castello rinascimentale di Nelahozeves che ospita una delle migliori collezioni private d’arte dell’Europa Centrale. Numerose opere di Canaletto, Velázquez e Bruegel sono appese alle pareti delle storiche sale del castello, e anche solo per uno di questi dipinti dovreste considerare di programmare questo breve viaggio fuori Praga. Inoltre, la storia del castello e la sua collezione d’arte sono anche un intrigante racconto che restituisce eleganza alle vicessitudini di questo Paese conteso tra aristocratici e comunisti. Per la sua attuale importanza nella storia dell’arte, aggiunge anche valore alla dimensione politica moderna.

Il castello fu commissionato intorno al 1553 da Florián Griespek di Griespach, influente ufficiale alla corte di Ferdinando I. Il suo ruolo di sorvegliante di tutti i palazzi reali di Boemia gli ha consentito di impiegare i migliori costruttori dell’epoca, come Bonifác Wohlmut, architetto di corte. Il castello somiglia a un palazzo italiano sul fiume Vltava, combina caratteristiche architettoniche tipiche della Boemia con lo stile italiano. Caratterizzato bugnata in pietra, un vero e proprio fossato e bastioni d’angolo, questo edificio comprende elementi trovati nelle precedenti costruzioni fortificate dal Medioevo, che implica forza e una stirpe potente, lunga. Ma è anche riccamente decorato con incredibile lavoro di graffito raffigurante scene allegoriche, che riflette il suo scopo principale come una lussuosa residenza nobiliare.

Non appena il castello fu completato, i Griespeks vennero travolti della rivoluzione Ceca del 1618, e tutte le loro proprietà vennero confiscate. L’aristocratica famiglia Lobkowicz acquistò Nelahozeves nel 1623, con Polissena di Lobkowicz (1566 – 1642). La famiglia Lobkowicz fu una delle più influenti famiglie della Boemia e rimase tale anche in epoca moderna cecoslovacca. Maximilian Lobkowicz (1888-1967) è stato ambasciatore in Gran Bretagna durante gli anni trenta e, successivamente, ministro degli esteri per il governo in esilio durante la Seconda Guerra Mondiale. In quegli anni, i nazisti avevano saccheggiato le numerose proprietà e collezioni d’arte della famiglia Lobkowicz al fine di destinare le migliori opere per arricchire il Reichsmuseum di Hitler. Nel 1945, molte opere sono state restituite, ma solo tre anni salirono al potere i comunisti e la famiglia Lobkowicz ha dovuto abbandonare il Paese a mani vuote. Solo negli anni ’90, quando venne introdotto l’atto di proprietà dal Presidente Havel, i Lobkowicz poterono finalmente reclamare la maggior parte dei loro possedimenti. I membri della famiglia Lobkowicz sono sempre stati importanti collezionisti d’arte e i capolavori che erano stati confiscati ed esposti alla Czech National Gallery a partire dal 1948 (insieme con le opere che erano rimasti in deposito), ora sono tornati a Nelahozeves.

 

Visite guidate del castello

I visitatori accedono al castello tramite un ponte sul fossato, che conduce al cortile che ospita la biglietteria, un negozio di souvenir e un ristorante. Per apprezzare al meglio le collezioni, dovete approfittare delle visite guidate, potrete scegliere tra tre tour diversi. I tre tour conducono i turisti attraverso la splendida sala dei cavalieri rinascimentali e le nove gallerie adornate con paesaggi, ritratti di famiglia, tappezzerie e mobili. I capolavori della collezione Lobkowicz possono essere viste, in un’esposizione permanente denominata “Le collezioni Lobkowicz: 6 secoli di patronato”. Le collezioni d’arte possono essere visitate solo grazie alle visite guidate, disponibili in numerose lingue (incluso l’italiano).

Nelahozeves Castle InteriorL’esperto inglese, John Somerville, ha curato l’esposizione. Ogni stanza è organizzata in modo da riflettere la relazione tra il collezionista e l’opera d’arte e per raccontare la storia della famiglia Lobkowicz (e della Boemia) e dei suoi legami con la cultura e politica cronologicamente dai tempi del Rinascimento agli anni ’40. I dipinti sono esposti con arredi moderni e alcune stanze sono gallerie di foto, mentre altre sono vere e propri salotti. Il tutto è un tentativo ben riuscito di ricreare l’atmosfera dei precedenti possedimenti dei Lobkowicz, dove queste opere erano solite essere appese.

 

Come arrivare: Nelahozeves si trova a 27 km/16.5 miglia da Praga, appena fuori dall’autostrada E55. I treni partono dalla stazione ferroviaria Masaryk (Masarykovo nádraží) numerose volte al giorno, e il viaggio dura circa 60 minuti. Salite sul treno Roudnice nad Labem e scendete a Nelahozeves Zámek, nella parte bassa del castello.

Orari di apertura: dalle 09.00 alle 17.00, da martedì a domenica. Chiuso lunedì, Natale e il 1 gennaio.

Ubicazione: Castello di Nelahozeves, 277 51 Nelahozeves, (www.lobkowicz.org).

Minibus Prague – Nelahozeves. Quickest way how to travel between Prague and Nelahozeves. Book online.

 

PAT

Check Also

Karlovy Vary

Karlovy Vary merita completamente il suo status di seconda località turistica più visitata della Repubblica Ceca. Questa famosa località termale si trova a 130km da Praga, nella parte occidentale della Boemia. Karlovy Vary ha guadagnato la sua reputazione grazie alla scoperta di sorgenti calde naturali, la cui storia risale al Medioevo. Se vogliamo essere più precisi, le acque furono scoperte da Carlo IV, mentre era a caccia di cervi nel XIV secolo. Nel 1522 il Dottor Payer di Loket definì le proprietà delle acque in un trattato medico e la loro fama iniziò a diffondersi. Entro la fine del XVI secolo si potevano contare più di 200 edifici termali, ma l’aspetto attuale della città è stato plasmato principalmente nel XIX secolo.