Terezin

TerezinTerezín è una città di guarnigione, originariamente costruita dall’Imperatore Giuseppe II alla fine del XVIII secolo, come un ingegnoso sistema di fortezze militari a protezione del regno contro la Prussia. Fu poi completamente modificata e trasformata in Ghetto Ebraico e utilizzata dai Nazisti durante la seconda guerra mondiale come campo di transito per gli ebrei, la cui destinazione finale era il campo di concentramento di Auschwitz. Entro la fine della guerra, circa 150.000 Ebrei passarono per Terezín , e altri 35,000 morirono di malattie e di fame. Contemporaneamente i nazisti utilizzarono Terezín per i loro scopi di propaganda ingannevole, inducendo i visitatori della Croce Rossa a pensare che Terezín fosse un fiorente centro culturale e commerciale. Ora Terezín ricorda la sua oscura storia nella seconda guerra mondiale, in cui migliaia di ebrei sono morti.

 

Trasporti Praga Terezin. Prenota online un trasferimento con un comodo minibus. Pagherai soltanto €59 per 8 persone.

Memoriale Terezin

Durante la seconda guerra mondiale, la cittá é diventata tristemente famosa in tutta Europa per il campo di concentramento ebreo e la Piccola fortezza per la prigione della gestapo praghese. Oggi vi si trova il monumento alle vittime del nazismo. 

 Luoghi da visitare nel Memoriale Terezin

TerezinDal piano terra, è impossibile capire l’ampiezza del labirinto di mura e fossati che circonda la Fortezza Principale (Hlavní pevnost) – soprattutto perché la città è al suo interno. In effetti, appena si arriva in autobus o in auto, si può pensare che la piazza centrale non sia diversa da quella di altre centinaia di vecchie città. Date un’occhiata alle fotografie aeree nel Museo del Ghetto, o vagate oltre le mura verso la Rocca Minore, e allora emergerà un quadrò molto diverso.
Al centro della Fortezza Principale, potete trovare la griglia ordinata di strade che compongono la città di Terezín. C’è poco da guardare se non la grande Chiesa della Resurrezione del XIX secolo, il porticato dell’Ufficio dell’ex Comandante, gli edifici amministrativi neoclassici sulla piazza e la rete circostante di case con i loro terribili segreti.

A sud della piazza potete vedere gli anonimi resti di un raccordo ferroviario, costruito dai prigionieri, attraverso il quale arrivavano i nuovi carichi di prigionieri e avvenivano le partenze. L’attrazione principale è rappresentata dal Museo del Ghetto (adulti/bambini 160/130Kč; Aperto 9:00-16:00 Apr-Ott, fino alle 17:30 Nov-Mar), che è diviso in due parti. Quella principale esplora l’ascesa del nazismo e la vita nel Ghetto di Terezín, utilizzando reperti di quegli anni per un effetto sorprendente e suggestivo. Eretto nel XIX secolo per ospitare la scuola locale, l’edificio è stato poi utilizzato dai nazisti per ospitare il campo dei ragazzi dai 10 ai 15 anni. Le immagini dipinte da questi bambini coprono le pareti. Una parte più recente è ospitata presso l’ex Caserma Magdeburg (Magdeburská kasárna), che fu sede del ‘consiglio municipale’ ebreo. Qui si può visitare la ricostruzione di un dormitorio, e guardare le mostre sulla vita straordinariamente ricca di cultura – musica, teatro,arte e letteratura – che in qualche modo fiorì in questo contesto di paura. TerezinC’è anche una piccola mostra nel triste crematorio (Krematorium; Aperto 10:00 – 18:00 Dom-Ven Apr-Ott, fino alle 16:00 Dom-Ven Nov-Mar) nel cimitero ebraico, appena fuori a Bohušovická brána, a circa 750m a sud della piazza principale. Il Museo del Ghetto è fornito di opuscoli multilingua, di una vasta sezione di libri in vendita, e guide (alcune scritte dai sopravvissuti al ghetto) per offrirvi assistenza. È possibile fare un tour autoguidato della Rocca Minore (Malá pevnost; adulti/bambini 160/130Kč; Aperto 8:00-16:00 Apr- Ott, fino alle 16.30 Nov-Mar) attraverso le baracche della prigione, le celle d’isolamento, i laboratori e le camere mortuarie, i campi post esecuzione e le fosse comuni. Sarebbe impossibile inventare una situazione più terribile, ed è solo passeggiando attraverso i tunnel apparentemente senza fine sotto le mura che si comincia ad apprezzare pienamente le vaste dimensioni della fortezza. I nazisti hanno coniato uno slogan per sbeffeggiare i prigioneri, Arbeit Macht Frei (‘Il Lavoro Rende Liberi’), scritto appena sopra la porta. Di fronte alla fortezza è collocato il Cimitero Nazionale, istituito nel 1945 per le persone riesumate dalle fosse comuni naziste. Un biglietto combinato per il Museo del Ghetto e della Piccola Fortezza costa 200/150Kč.

Consiglio: La città di Litoměřice, a pochi chilometri da Terezín, è sicuramente una meta molto interessante. Conosciuta per il suo vino, è una delle più antiche città ceche, che si trova sul fiume Elba.

 

Come arrivare da Praga

Terezin si trova a circa 60 km a nord di Praga, o solo a 8km da Litomerice.

Suggerimento: Prenotate un’escursione per Terezin qui.

In autobus: dalla stazione Florenc (direzione Limomerice; sei autobus al giorno), costo del biglietto circa 60 CZK.

In automobile: guidate verso nord da Praga verso Dresda sull’autostrada principale E55. Cercate i cartelli dell’uscita Terezín.

Orari di apertura: Apr—Ott ogni giorno 9:00-18:00; Nov—Mar ogni giorno 9:00-17.30.

 

 

[mappress mapid=”83″]
PAT

Check Also

Cesky Krumlov

Situata a 180 km da Praga, è una delle poche città che hanno conservato il suo carattere medievale. Český Krumlov si trova nel suggestivo paesaggio della Boemia meridionale, adagiata in un’ansa del fiume Moldava.La città è meritatamente conosciuta come la perla della Boemia. Nel 1992, il centro storico di Český Krumlov ha ottenuto l’ambito riconoscimento di Patrimonio culturale e naturale mondiale dell’UNESCO.