Cappella di Betlemme

La storia della Cappella di Betlemme (Betlemska kaple) è lunga, come è testimoniato dai numerosi importanti edifici sorti sul posto nel corso degli anni. Anche se la struttura attuale è stata ricostruita solo nel 1950 e inaugurato nel 1954, la storia di questa cappella risale molto indietro rispetto a questa data.

All’inizio del XII secolo, su questa area si ergeva la Cappella di San Filippo e Giacomo, che era costruita in stile romanico. Nel 1391 sul terreno accanto a questo edificio Hanus di Muhlheim e Vaclav Kriz edificarono l’originale Cappella di Betlemme. Essa attirò l’attenzione di molti dei nomi più importanti della Praga del tempo e anche il re Venceslao IV prese un vivo interesse, insieme con l’arcivescovo di Praga, partecipò all’atto di fondazione della cappella, tale era l’importanza di questa iniziativa.

Cappella di Betlemme

La chiesa ebbe un gran numero di pastori e visitatori illustri nel corso degli anni successivi, con gente come Jan Hus, Jacob di Mies e Thomas Muntzer che predicò qui, mentre la regina Sofia di tanto in tanto ne frequentò le funzioni. Questo stato di cose fu però cambiato dalla battaglia della Montagna Bianca, a seguito della quale la cappella passò ai gesuiti e fu trasformata in una chiesa cattolica romana. Nel 1773 la cappella venne chiusa e fu sconsacrata, su richiesta dell’imperatore Giuseppe II, che fece anche radere al suolo l’intero sito. L’area rimase abbandonata fino al 1950, quando, come già accennato, la Cappella di Betlemme venne ricostruita e aperta al pubblico.

Orario: tutti i giorni dalle 10 alle 18:30 (da aprile a ottobre), dalle 10 alle 17:30 (da novembre a marzo), chiuso il giorno di Natale e Capodanno.

PAT

Check Also

Ponte Carlo

Il Ponte Carlo (Karlův most), risalente al XIII secolo e fiancheggiato per mezzo chilometro da statue barocche rientra tra le attrazioni turistiche più popolari della città. Passeggiare lungo questo ponte intrigante con vedute stupende sul Castello di Praga e il fiume Vltava è l’attività che tutti preferiscono. Purtroppo il ponte è vittima della sua stessa popolarità: la maggior parte del tempo è affollato di turisti e cechi, soprattutto nei mesi primaverili ed estivi.