Gite ed escursioni giornaliere

Mladá Boleslav

La storia di Mladá Boleslav attraversa un millennio

Il cavaliere Boleslav II costruì un castello sulla confluenza dei fiumi Jizera e Klenice a metà del secolo scorso, e un piccolo insediamento di mercato con una chiesa si sviluppò presto intorno ad esso. Un passo nella giusta direzione fu il trasferimento di Mladá Boleslav su un vasto altopiano nel 1334, sul quale iniziò ad emergere una città medievale. Ben presto divenne proprietà dei signori di Michalovice, che risiedevano in un castello sull’altra riva della Jizera. Il luogo è ora segnato dalla rovina con la torre rotonda inclinata chiamata Putna. Ci sono stati tempi buoni e cattivi nella storia di Mladá” Boleslav. La città si fece conoscere in tutto il Regno Boemo tra la fine del XV e l’inizio del XVII secolo, i tempi dell’Unitas Fratrum. Il movimento religioso puramente nazionale influenzò l’educazione, la stampa dei libri, l’architettura e la vita sociale. La “Roma Fraterna”, come Mladá Boleslav era soprannominata a quel tempo, era la sede dei vescovi e di altri funzionari della Chiesa. C’era la tipografia di Mikuláš Klaudián, autore della prima mappa stampata della Boemia, dove furono pubblicati molti libri religiosi e scientifici; la scuola religiosa produsse molti studiosi che continuarono i loro studi nelle università di tutta Europa. Il castello subì una costosa ristrutturazione in un castello rinascimentale; il nuovo municipio e una monumentale Congregazione Unitas Fratrum furono costruiti nel 1554. Il periodo che seguì la battaglia della Montagna Bianca ebbe due caratteristiche dominanti: la ricattolicizzazione con la forza, attraverso la quale furono espulse molte famiglie protestanti, e le crociate militari degli eserciti imperiale e svedese che saccheggiarono il paese durante la guerra dei 30 anni, colpendo l’economia e approfondendo la povertà generale. Ma il tardo XVII secolo portò i primi segni di una nuova speranza: la popolazione stava crescendo di nuovo, le vecchie ferite cominciavano a guarire e il barocco in arrivo stava cambiando l’aspetto della città, aggiungendo un tocco di bellezza e splendore. Il XIX secolo ha dato il via a una nuova era. Le fabbriche tessili introdussero l’industrializzazione, la città era sempre più di lingua ceca negli anni 1860, e ci fu una rapida crescita dell’artigianato, del commercio e dell’industria. Nel 1895 due uomini intraprendenti, l’ingegnere Václav Laurin e il libraio Václav Klement fondarono un negozio di biciclette. Tre anni dopo, la produzione di motociclette fu avviata qui, e nel 1905 la famosa Voiturette, la loro prima auto con un motore da un litro e la fantastica velocità massima di 25 miglia all’ora, rombò attraverso il cancello della fabbrica. Così è nata una tradizione che ha reso i marchi Laurin & Klement, e più tardi Škoda, membri dell’esclusivo club mondiale. Essendo uno dei fiori all’occhiello dell’economia ceca, la società per azioni oggi fornisce circa 15.000 posti di lavoro, esportando automobili in oltre 60 paesi.

Con una popolazione di 50.000 persone, Mladá Boleslav è un posto interessante da vedere

Ci sono diversi castelli medievali nella regione (Michalovce, Bělá pod Bezdězem, Benátky nad Jizerou, Mnichovo Hradiště, ecc.) Gli edifici sacri offrono una varietà di stili – romanico (Vinec, Mohelnice), gotico (Mladá Boleslav, Bezděz, Vlčí Pole), rinascimentale e barocco (Lorette a Kosmonosy, Mnichovo Hradiště, Bezno, Bělá pod Bezdězem, Dobrovice, ecc.) L’architettura moderna è rappresentata da J. Kroha, O. Döbert e altri. Le vite di diverse celebrità della letteratura, della musica, della scienza e dell’arte ceca sono legate alla regione: il compositore Fridrich Smetana ha trascorso gli ultimi nove anni di vita nella casetta del guardiacaccia di Jabkenice; gli eccezionali musicisti, i fratelli Benda, sono nati a Benátky nad Jizerou; il poeta Karel Hynek Mácha andava a zonzo per il paese in cerca di ispirazione; la famiglia del poeta e giornalista František Gelner aveva la sua sede a Mladá Boleslav. Ci sono stati momenti in cui la storia europea è stata fatta qui – nel 1833 i tre imperatori d’Austria, Prussia e Russia si sono incontrati nel castello di Mnichovo Hradiště; il dominio era di proprietà di Václav Budovec di Budov, il leader della ribellione delle tenute del 1618-1620, e più tardi del quasi mitico Albrecht di Wallenstein che fu sepolto qui. Gli archivi del castello comprendono la biblioteca Wallenstein amministrata da Giacomo Casanova al suo tempo. Il castello di Benátky nad Jizerou ospitò l’astronomo danese Tycho de Brahe, e anche Johannes Kepler si fermò qui per una visita. Il castello di Neuberk vicino a Mladá Boleslav era la sede familiare della nobile famiglia omonima che sosteneva molto gli allora nuovi musei nazionali e industriali di Praga. Il castello di Niměřice fu la casa di Rudolf Thun-Taxis che sostenne ampiamente la fondazione del Teatro Nazionale di Praga. La biblioteca del contadino Jan Krouský ha dato il manoscritto del poema Máj di Karel Hynek Mácha. Mladá Boleslav e i suoi dintorni sono da vedere.

Minibus Praga-Mladá Boleslav. Alternativa al treno o all’autobus. Prenota a buon mercato porta a porta minibus privato.

Articoli Correlati

Back to top button