L’Uccisione di Reinhard Heydrich

Reinhard HeydrichNel mese di settembre del 1941, Reinhard Heydrich, una della menti dietro la Shoah, numero 2 in comando delle SS e favorito personale di Hitler, accettò di sostituire l’inefficace Otto Neurath, come governatore della Repubblica Ceca. Heydrich comprese a fondo la parte che il  Protettorato di Boemia e Moravia, sponsorizzato dai nazisti, avrebbe avuto negli sforzi bellici della Germania, dato che questa grande area industriale comprendeva due delle più grandi fabbriche di armamenti d’Europa, una a Brno, e l’altra a Pilsen.

Quando una serie di episodi di sabotaggio sembrava potesse interrompere le forniture al fronte orientale, un determinato Heydrich arrivò a Praga con un inquietante piano basato sulla tecnica della carota e del bastone. Mentre aumentava i benefici per i lavoratori, corteggiando le classi lavoratrici ceche con scarpe, vacanze alle terme e carne, si scagliava anche violentemente contro la minima indicazione di opposizione, o attività economiche proibite.

Contemporaneamente, il governo ceco stava incontrando una crisi di credibilità agli occhi della Gran Bretagna. Dopo che gli inglesi avevano firmato il Patto di Monaco (che era un patto di pacificazione che avrebbe consegnato l’area dei Sudeti della Cecoslovacchia ai nazisti), migliaia di slovacchi e cechi si recarono all’estero per combattere, e i pochi che erano rimasti nel paese occupato entrarono nella resistenza sotterranea. Inoltre, invece di occupare la Cecoslovacchia, un gruppo di simpatizzanti cechi aiutò i nazisti a dettare legge nel paese. Il premier in esilio, Edvard Benes, fu considerato dagli Alleati come l’auto-proclamato portavoce di un paese complice.

È in questo contesto che 2 paracadutisti, Jan Kubis e Jozef Gabčík, vennero selezionati e addestrati in Scozia dai British Special Operation, per una segreta operazione suicida volta ad assassinare Heydrich.

La mattina del 27 maggio 1942, Heydrich stava facendo il suo percorso giornaliero giù da  Kobylisy Hill verso il lavoro. Quando la sua auto decappottata ridusse la velocità nei pressi di un tornante, Gabčík saltò nella parte anteriore del veicolo di Heydrich, puntò la sua pistola Sten sul nazista e premette il grilletto. Tuttavia, la pistola non funzionò (probabilmente si era inceppata).

Heydrich ordinò al suo autista di fermarsi, e tirò fuori la sua pistola. In quel momento, Kubiš entrò da dietro, e lanciò una granata fatta in casa, che fallì il bersaglio ed eslose all’esterno del veicolo. Tuttavia, questa esplosione fu sufficiente a ferire Heydrich, che fu ricoverato in un ospedale locale, dove morì alcuni giorni dopo. Durante il suo funerale, che fu la più grande cerimonia funebre di sempre tenuta dai nazisti, Hitler sembrava sinceramente sconvolto, e Heydrich fu presentato come modello ideale per tutti i membri delle SS.

Nel Protettorato, la risposta dei nazisti fu barbara. Venne dichiarata la legge marziale, due villaggi vennero rasi al suolo immediatamente dopo, mentre nei mesi successivi vennero uccise 5000 persone. Venne offerta una ricompensa per informazioni che portassero all’arresto degli assassini. Karel Curda, un membro di un’unità di paracadutisti, tradì i suoi colleghi e il  18 giugno alle 04:15 la Gestapo si avvicinò alla Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo in via Resslova, nella quale i 2 paracadutisti si tenevano nascosti. A seguito di una sparatoria della durata di 2 ore, Kubiš, che era di guardia nella navata della chiesa, finì ucciso insieme a due altre guardie. Gabčík, insieme ad altri 3 paracadutisti, si tolse la vita nella cripta sottostante.

Nel corso degli anni, l’opinione circa l’assassinio di Heydrich è cambiata. Molti rimasero sconvolti per la perdita di vite umane che ne conseguì, e certamente portò all’eliminazione dell’opposizione clandestina ceca. Dato che la missione nacque da un’iniziativa inglese (in contrasto con l’opinione dei sovietici o dei locali), questo ha anche comportato problemi dopo la presa del paese da parte dei comunisti. La missione è stata ufficialmente presentata come un atto simbolico, ma miope in complesso.

In questi giorni, gli storici completano i sacrifici che sono state fatte. Nei giorni successivi alla missione, il governo della Gran Bretagna revocò la sua firma dal Patto di Monaco, riconoscendo i confini della Cecoslovacchia prima della guerra, e il governo francese lo seguì due mesi dopo. Heydrich, il cui assassinio fu tra gli atti di resistenza più notevoli nell’Europa occupata, fu l’ufficiale nazista più alto in grado ucciso in servizio. Nell’anniversario del suo assassinio, i politici cechi adornano il marciapiede vicino alla cripta con fiori e ghirlande. Nel 2009 il luogo in cui fu assassinato Heydrich (adiacente alla superstrada Terezín, nel nord della città) è stato caratterizzato con un monumento in ricordo dell’avvenuto.

PAT

Check Also

Václav Havel

Václav Havel era un drammaturgo ed ex-dissidente, che arrivò a diventare il presidente della nazione della Cecoslovacchia mentre compiva la sua transizione verso la democrazia e un’economia basata sul libero mercato. Václav Havel era un accanito fumatore, un uomo dall’aspetto trasandato che amava vivere una vita tranquilla. Per queste ragioni, era stato considerato un candidato improbabile per guidare la Cecoslovacchia fuori del regime comunista.