Primi inizii e il Přemyslids (870-1306)

Grazie agli annali romani gli storici sono riusciti a tracciare la storia dei Boi, tribù celtica che viveva nella zona di Praga – una terra che hanno chiamato Boiahemum (da cui trarrebbe origine il nome di “Boemia”). Dal VI secolo, le tribù slave avevano sostituito i Celti presenti nella zona.

La dinastia Přemyslide è la prima a comparire nella zona che oggi chiamiamo Praga, e i primi membri di cui sia stata documentata l’esistenza, furono il principe Bořivoj e sua moglie Ludmila, che furono convertiti al cristianesimo da San Cirillo e San Metodio, venuto da Bisanzio. Non passò molto tempo prima che la religione bizantina ortodossa venisse sostituitoa dal Cristianesimo romano, soprattuto grazie alla posizione strategica della Boemia, ponte verso l’Europa occidentale. Sotto il regno del principe Bořivoj, la famiglia reale si trasferì alla residenza di Hradčany.

Il successivo in linea dinastica era Václav I (noto anche come Venceslao e il soggetto del famoso canto di Natale) e sua nonna, prima di venire uccisa dalla nuora, fece in modo che abbracciasse la fede cristiana. Anche Václav fu ucciso, questa volta da suo fratello e la leggenda racconta che, come sua nonna, fu ucciso a causa della sua fede cristiana – tutto ciò è piuttosto dubbio, e molti storici affermano che la sanguinosa lotta per il potere fu la causa di entrambe le morti. Václav I e Ludmila furono fatti entrambi santi e i patroni della Boemia.

Praga ha iniziato a svilupparsi intorno alla residenza reale di Hradčany ed anche intorno gli insediamenti mercantili tedeschi nella città vecchia. Negli scritti di un emissario proveniente da Cordova, Ibrahim ibn Yaqúb, nel 965 ha dichiarato che Praga era più grande di un villaggio, ma non grande come una città. Osservò che Praga era il più importante snodo commerciale rispetto a qualsiasi altro luogo all’interno dell’Europa.

Praga è diventata vescovado nel 973 – Nel 993, Vojtěch (Adalberto), secondo vescovo di Praga fondò un monastero a Břevnov, ancor prima della città. Divenne il terzo santo patrono di Praga nel 999. Il quarto santo patrono della città è Procopio, che fondò il monastero di Sázava nel 1032 e venne canonizzato nel 1204. Molti monasteri furono fondati sotto il regno di Vladislav II, mentre i Cavalieri Templari di Malta costruirono un monastero ai piedi del primo ponte sul fiume, chiamandolo in onore della regina di Vladislav, Judith.

Nel 1212 la Boemia fu elevata allo status di Regno grazie all’atto promulgato da Federico II , la “Bulla Aurea Siciliae”, che stabiliva di poter nominare re uno dei propri sette elettori dell’imperatore del Sacro Romano Impero. Il periodo più potente della dinastia Přemyslids si ebbe sotto il regno di Otakar II (1253-1278): i confini del Regno abbracciavano un territorio che andava dal Baltico all’Adriatico, e fu ritenuto un candidato per la nomina a imperatore. Durante il suo regno, Praga sviluppò grandi progetti a favore dell’educazione e notevole spinta ebbe l’architettura. Ha anche fondato Malá Strana, posta sotto il castello e abitata da coloni tedeschi del sud. Sua sorella Agnes fondò uno spizio famoso nella città vecchia.

La dinastia Přemyslide giunse alla fine, nel 1306, quando venne assassinato Venceslao III.

PAT

Check Also

L’Uccisione di Reinhard Heydrich

Nel mese di settembre del 1941, Reinhard Heydrich, una della menti dietro la Shoah, numero 2 in comando delle SS e favorito personale di Hitler, accettò di sostituire l'inefficace Otto Neurath, come governatore della Repubblica Ceca. Heydrich comprese a fondo la parte che il Protettorato di Boemia e Moravia, sponsorizzato dai nazisti, avrebbe avuto negli sforzi bellici della Germania, dato che questa grande area industriale comprendeva due delle più grandi fabbriche di armamenti d’Europa, una a Brno, e l'altra a Pilsen.