Home / Storia / L’eredità del Comunismo

L’eredità del Comunismo

Le pesanti eredità del comunismo ancora affliggono i cuori e le menti della popolazione della Repubblica Ceca, come pure lo stato economico e sociale del Paese. Ciò che è evidente è che il comunismo ha tolto molto al popolo ceco e che sta ancora cercando di adattarsi alla nuova vita– un processo che è ancora in corso.

Chiunque non abbia vissuto il periodo del Comunismo non sarà in grado di capire esattamente che cosa abbiano dovuto sopportare gli uomini, le donne e i bambini che hanno vissuto allora. Il governo ha mantenuto un grande controllo per quel che riguarda la libertà di parola e coloro che rifiutavano di aderire al partito comunista avrebbero perso il posto di lavoro e avrebbero potuto veder messo in dubbio la futura occupazione dei loro figli. Come potete immaginare, la maggior parte delle persone odiava il sistema, ma non era in grado di opporvisi, travolti da una disperata sensazione – una nazione che avrebbe voluto rompere le sue catene, semplicemente non poteva farlo.

Una delle più grandi eredità del comunismo è l’atteggiamento del popolo ceco nei confronti della vita. Il sistema comunista distrusse il senso di individualità e rese la popolazione una entità – un gruppo di persone prive di proprie opinioni individuali, competenze e meriti. Questo ha reso il popolo ceco introverso e ancora oggi, molti cechi sono portati a pensare di non poter modificare il quadro generale della sitazione e che non sono i soli padroni del proprio destino.

Nonostante la repressione politica e il brutale controllo del governo, ci sono molte persone che hanno ancora bei ricordi di quel periodo – qualcosa che è un po’ strano per chi viene dall’estero. Molte persone, infatti, ricordano come un tempo i servizi di base venivano forniti e tutti i cittadini avevano un posto sicuro dove vivere e un lavoro su cui contare. Al giorno d’oggi le persone devono preoccuparsi per mutui, bollette, sicurezza del lavoro e molti altri fattori, fatti che vengono percepiti come molto più stressanti rispetto al regime precedente. Essenzialmente, chi era senza nobili aspirazioni era felice di vivere nel modo in cui il regime comunista gli concedeva, mentre tutti coloro che ambiscono a un mondo libero che consenta loro di inseguire i propri sogni, preferiscono l’oggi.

Persino durante i periodi più duri, non è mai venuto meno il senso dell’umorismo ceco. In una buona parte dei film usciti a partire dal 1989, molti furono i  personaggi rappresentati con un approccio rilassato alla vita. Non è una coincidenza che non appena cadde il regime, questi film hanno iniziato a venire realizzati. Una delle caratteristiche principali di questi film è stata la ribellione contro l’autorità, risultato diretto di tutte le frustrazioni subite nel corso degli anni dell’oppressione.

Check Also

L’Uccisione di Reinhard Heydrich

Nel mese di settembre del 1941, Reinhard Heydrich, una della menti dietro la Shoah, numero 2 in comando delle SS e favorito personale di Hitler, accettò di sostituire l'inefficace Otto Neurath, come governatore della Repubblica Ceca. Heydrich comprese a fondo la parte che il Protettorato di Boemia e Moravia, sponsorizzato dai nazisti, avrebbe avuto negli sforzi bellici della Germania, dato che questa grande area industriale comprendeva due delle più grandi fabbriche di armamenti d’Europa, una a Brno, e l'altra a Pilsen.