Quartieri della città

Amministrazione e struttura della Città di Praga

Il municipio di Praga è l’autorità locale e regionale della capitale di Praga. La legge definisce il suo campo di applicazione sulla Città di Praga e l’ordinanza cittadina sullo Statuto della Città di Praga. Le attività e la struttura organizzativa del comune sono regolate da regole emesse dalla risoluzione del Consiglio Comunale di Praga. Il comune esegue i compiti assegnati dall’autorità locale o dal consiglio comunale ed esercita i poteri statali delegati della città capitale. Alcuni poteri indipendenti e delegati della città di Praga sono delegati dallo status di città ai distretti municipali. Nell’esercizio dei poteri delegati, il comune ha la precedenza sui distretti comunali, governando l’esercizio della loro giurisdizione e rivedendo le loro decisioni. Il municipio di Praga impiega circa 1800 persone.

Il comune opera in molti edifici in diverse località di Praga, e la sua sede è il Municipio Nuovo in Marienplatz nella Città Vecchia. Il secondo edificio importante è il Palazzo Skoda in via Jungmann a New Town, affittato al comune.

Nei media di qualità inferiore, e a volte colloquialmente, il comune viene erroneamente indicato come Assemblea della città di Praga o altre autorità cittadine elette (ad esempio il Consiglio della città di Praga) per distinguerlo dai distretti municipali.

La posizione di Praga nella Repubblica Ceca

Praga è la capitale della Repubblica Ceca e, come tale, è la sede regolare delle sue autorità centrali. Inoltre, dal 24 novembre 1990, è, di fatto, una città ri-statutaria, ma ha uno statuto speciale di comune e regione allo stesso tempo. Praga non è soggetta alla legge sui comuni (n. 128/2000 Coll.) e alla legge sulle regioni (n. 129/2000 Coll.). Tuttavia, si applica una legge speciale sulla città di Praga (n. 131/2000 Coll.). Questa legge si riferisce al suo status, ma Praga stessa non è inclusa nelle città statutarie. Praga emette per il suo territorio le proprie leggi, decreti e regolamenti, che sono pubblicati nella Raccolta delle leggi della Città di Praga. A Praga c’è anche la sede dell’istituzione amministrativa della Regione Centrale.

Divisione catastale

Territorio catastale della capitale di Praga

Nel 1949, i distretti amministrativi, tranne il 1947, erano composti da una o più unità catastali intere, gli ex villaggi o città. Dal 1949 c’è stato un cambiamento fondamentale nella struttura amministrativa. Da allora, i confini di molti distretti cittadini, distretti amministrativi e borghi sono indipendenti dai confini delle aree catastali. Alcune aree catastali sono così suddivise in diversi distretti urbani amministrativi e autogestiti. Le aree catastali (per esempio, Vinohrady e Smíchov) sono ancora rilevanti, specialmente per la registrazione dei terreni e delle proprietà e l’etichettatura degli edifici. Praga è composta da 112 aree catastali di diverse dimensioni, carattere e importanza.

Distretti significativi

Centro della città: Città Vecchia, Città Nuova, Josefov, Città Piccola, Castello di Praga, Vyšehrad

Grandi quartieri vicino al centro della città: Smíchov, Vinohrady, Nusle, Vršovice, Žižkov, Karlín, Libeň, Vysočany, Holešovice, Bubeneč, Dejvice, Braník

Divisione regionale

Nel 1960, furono stabiliti dieci distretti, e questi distretti si espansero ai nuovi comuni affiliati e pagarono il paese secondo la legge sulla divisione territoriale. Questi distretti erano originariamente distretti amministrativi e autogestiti. I residenti della maggior parte dei distretti erano responsabili direttamente al Comitato Nazionale Distrettuale (più tardi l’Ufficio Distrettuale). Ancora, nelle comunità collegate più tardi, sono rimasti come intermediari dei comitati locali, nazionali (autorità locali), che rientrano anche nei poteri del distretto appropriato. Dal 1990, tuttavia, questi distretti non sono unità distrettuali autogestite, e dal 2001 non hanno nemmeno distretti territoriali-amministrativi. Oggi, solo i tribunali, gli uffici postali o le varie aziende amministrative sono organizzati secondo loro.

Un elenco dei dieci distretti sotto la legge n. 36/1960 Coll. Ogni distretto ha il suo quartiere cittadino che ora forma il territorio del distretto:

Praha 1: Praha 1
Praha 2: Praha 2
Praha 3: Praha 3
Praha 4: Praha 4, Praha-Kunratice, Praha 11, Praha-Újezd, Praha-Šeberov, Praha 12, Praha-Libuš
Praha 5: Praha 5, Praha-Slivenec, Praha 13, Praha-Řeporyje, Praha 16, Praha-Velká Chuchle, Praha-Lochkov, Praha-Lipence, Praha-Zbraslav, Praha-Zličín
Praha 6: Praha 6, Praha-Lysolaje, Praha-Nebušice, Praha-Přední Kopanina, Praha 17, Praha-Suchdol
Praha 7: Praha 7, Praha-Troja
Praha 8: Praha 8, Praha-Březiněves, Praha-Dolní Chabry, Praha-Ďáblice
Praha 9: Praha 9, Praha 14, Praha-Dolní Počernice, Praha 18, Praha 19, Praha-Vinoř, Praha-Satalice, Praha-Čakovice, Praha 20, Praha 21, Praha-Klánovice, Praha-Koloděje, Praha-Běchovice
Praha 10: Praha 10, Praha-Křeslice, Praha 15, Praha-Dolní Měcholupy, Praha-Štěrboholy, Praha-Petrovice, Praha-Dubeč, Praha 22, Praha-Královice, Praha-Nedvězí, Praha-Kolovraty, Praha-Benice

Districts Map

La divisione amministrativa e di autogoverno

Praga ha 57 autogoverni distretti cittadini gestiti da un’autorità locale eletta e da un consiglio, il sindaco e l’ufficio distrettuale. Dall’istituzione dei distretti cittadini, alle autorità di alcuni distretti cittadini furono affidati alcuni poteri di governo, anche per altri distretti cittadini.

Dal 1° luglio 2001, questo livello di competenza è stato suddiviso in 22 distretti amministrativi in tutta Praga. Se nelle mappe o nel testo collegato a Praga c’è un riferimento al “distretto amministrativo”, si intende più comunemente il distretto amministrativo di questi poteri e livelli. Dal 1° gennaio 2002, il nome di questi 22 distretti cittadini è la parola Praga con il numero corrispondente, e lo stesso nome è usato per il distretto amministrativo dei suoi poteri allargati. Alcuni di questi 22 distretti cittadini hanno questi poteri solo per il loro territorio; altri hanno questi poteri anche per altri distretti cittadini.

Tuttavia, il territorio della maggior parte dei 22 distretti amministrativi (tutti tranne Praga 1-3) non è identico ai distretti territoriali secondo la legge sulla divisione territoriale, che esistevano originariamente (prima del 1990), così come i distretti amministrativi e avevano il proprio corpo (ONV). Il governo e i deputati hanno ripetutamente presentato proposte per abolire la vecchia divisione.

Articoli Correlati

Back to top button